Tarocchi

 

La nostra guida agli arcani maggiori

Il miglior portale di cartomanti e cartomanzia.

 

 

 

 




La Giustizia

eremita tarocchi

 

 

 

 




La Morte

L'Eremita

L’Eremita è l’arcano numero VIIII nei Tarocchi di Marsiglia e rappresenta  un nuovo inizio, un principio. L’inizio è un nuovo inizio, l’Eremita segue la Giustizia, simbolo di equilibrio e perfezione. L’Eremita è in transito, è un arcano di movimento, seppur lento.

L’Eremita nei tarocchi: il suo significato negli arcani maggiori

L’arcano dell’Eremita nei tarocchi rappresenta un uomo anziano con una lunga barba bianca che cammina di spalle. Le parole chiave dell’Eremita sono transito, crisi, saggezza. Egli tiene in mano una lanterna che è simbolo di conoscenza e con essa illumina il suo cammino. L’uomo sembra far luce  sul passato per illuminare il presente. L’Eremita nei tarocchi è un personaggio completamente avvolto da abiti molto pesanti, legati al freddo e all’inverno e, per la loro ampiezza, alla regalità. La fronte è rugosa, simbolo di saggezza e conoscenza profonda. La schiena curva è simbolo di esperienza  e i capelli azzurri sono simbolo di purezza.
Dietro alla nuca azzurra e sul rovescio del mantello blu l’Eremita ha due lune arancio simbolo di ricettività. La simbologia dell’Eremita nei tarocchi è complessa, sicuramente essendo un saggio è qualcuno che ci mostra la via da seguire, non è lui che la sta cercando per se stesso. Egli mostra la strada e in senso figurato porta la luce tra le ombre del consultante.

Nel suo ruolo di portatore di rivelazioni l’Eremita nei tarocchi è metafora di una luce interiore che ci illumina a patto che noi facciamo ordine nel caos dandoci il tempo per riflettere sulle cose che contano. Il significato originale di Eremita in greco, e successivamente anche in latino significa anche deserto, metafora della solitudine necessaria per fare chiarezza in noi stessi.
Egli cammina nel deserto in assoluta solitudine, ci suggerisce di imparare a stare nel silenzio, anche se talvolta ci crea disagio, per capire bene dove vogliamo andare. Analizzeremo nei prossimi paragrafi i significati della carta dell’Eremita, ma è fondamentale ricordare che questi possono variare in funzione delle carte che lo circondano ovvero i suoi “abbinamenti“. 

L’Eremita

I significati positivi dell’Eremita nei tarocchi

I significati positivi dell’Eremita nei tarocchi sono legate alle parole chiave, ovvero transito, crisi, saggezza.
L’arcano da movimento lento, l’asceta che cammina nel deserto rappresenta più di ogni altro arcano una crisi che va affrontata in solitudine.
E’ nella solitudine interiore che ci si prepara ad un cambiamento spirituale che accade in un momento di maturità per il consultante.

L’Eremita è il vecchio saggio e il numero nove rappresenta la perfezione, tre volte tre è la perfezione all’ennesima potenza. E’ anche il primo numero negli arcani maggiori che è divisibile per se stesso.
I significati positivi dell’Eremita nei tarocchi si estrinsecano nel saper stare nel silenzio per riuscire a concentrarsi e successivamente ad evolvere.
E’ l’arcano dell’inverno e simboleggia la pazienza, la prudenza, la costanza, tutte caratteristiche che riescono a far luce in profondità sui nostri desideri e i nostri pensieri più nascosti.

La lanterna dell’Eremita dei tarocchi illumina soprattutto uno stato interiore.
Nella stesura, una persona rappresentata dall’eremita generalmente è un uomo maturo, una persona anziana e ricca di saggezza ma molto umile.
La carta dell’Eremita dritta ha significati di grande positività per il consultante. L’asceta suggerisce sempre come muoversi, anche se talvolta lo sviluppo dei desiderata del consultante è lento. L’Eremita dei tarocchi elargisce sempre ottimi consigli e suggerisce il percorso giusto al consultante se egli riesce ad essere riflessivo e successivamente ricettivo, ovvero a interiorizzare la saggezza dell’Eremita.

I significati negativi dell’Eremita nei tarocchi

I significati negativi dell’Eremita nei tarocchi sono legati all’inerzia in tutte le sue declinazioni.
Nella vita del consultante indica un momento nel quale non c’è transito e non c’è crisi ma piuttosto c’è stasi, c’è una calma piatta che è foriera di malinconia.
Il processo dell’Eremita non è più evolutivo ma c’è una sorta di ristagno. Se non c’è movimento, seppur lento c’è ristagno o addirittura regressione. Una persona rappresentata dalla carta dell’Eremita capovolto può essere  una persona anziana che non ha accettato il passare del tempo ed è diventato cattivo d’animo, ma anche qualcuno molto introverso e vecchio dentro. Può anche rappresentare una persona giovane ma molto egoista, solitaria e poco generosa. Le caratteristiche dell’arcano capovolte sono legate alla diffidenza, superbia, all’ostinazione e alla chiusura mentale.

Nelle letture evolutive l’arcano capovolto suggerisce al consultante di guardarsi dentro e di ascoltare la voce interiore. Qualche volta è fondamentale andare in profondità, fare luce dentro le proprie ombre allontanandosi dal frastuono per entrare in uno stato di non conoscenza e capire cosa non ci rende sereni.
A proposito di significati nei negativi nei tarocchi l’Eremita si presta più di ogni altro arcano ad un’interpretazione esaustiva del pensiero di Jodorowsky. I tarocchi sono esseri vivi e qualsiasi stesura suggerisce al consultante la strada per l’evoluzione con la luce della lanterna.

L’Eremita, che può essere anche un terapeuta o un maestro ha il numero VIIII e non IX. La numerazione nei tarocchi è sempre progressiva e non di sottrazione, e il progresso è parte integrante dell’evoluzione, la quale a sua volta necessita di una crisi. Crisi deriva dal greco e significa scelta, anche se il termine ha oggi un’accezione negativa. Perciò l’arcano, anche se capovolto simboleggia un cambiamento comunque che va affrontato per evolvere.
Per ottenere un responso veritiero contatta le nostre esperte cartomanti professioniste a basso costo chiamando il numero 02370699912
.

Come interpretare la carta dell’Eremita: dritta o capovolta

Abbiamo detto che le parole chiave dell’Eremita nei tarocchi sono crisi, transito, saggezza. Essendo l’arcano della spiritualità, l’Eremita è un asceta.
L’arcano dritto, sul piano affettivo, se si tratta di una coppia rappresenta un amore consapevole, solido, duraturo e basato su un’intesa profonda, non solo fisica ma anche legata alla condivisione delle passioni, degli interessi, o della professione.

Il consultante rappresentato dall’Eremita può essere una persona solitaria ma molto altruista, che dedica tutto se stesso allo studio oppure all’aiuto degli altri, spesso è una persona che fa beneficienza. Può essere un insegnante illuminato o un ottimo terapeuta. E’ comunque una persona che ha raggiunto la consapevolezza dopo una crisi grazie alla  meditazione e alla riflessione E’ una persona affidabile e matura della quale ci si può fidare. Può essere anche un ricercatore o uno scienziato.
Sul piano professionale l’arcano dritto indica tutto ciò che è legato alla presa di coscienza. Può significare un cambiamento professionale in atto laddove il consultante sceglie di cambiare lavoro con lucidità e consapevolezza.

L’arcano dell’Eremita capovolto suggerisce al contrario al consultante di essere prudente ma anche diffidente, sia nelle relazioni sentimentali che in quelle professionali. L’arcano capovolto indica sempre un momento di solitudine  necessario  per comprendere ciò che accade e mantenere la riservatezza fino al momento del superamento del dubbio. Nel dubbio Il silenzio è un’ottima scelta.

L’Eremita e i tarocchi dell’amore

Nei consulti sull’amore l’Eremita indica un rapporto che se è appena nato è destinato a durare nel tempo, oppure una lunga storia d’amore tra due persone con un’intensa affinità spirituale.
Un partner rappresentato dall’Eremita è senza dubbio molto presente ed affidabile. Nonostante l’immagine sia di una persona anziana può rappresentare anche una persona giovane ma matura per una relazione stabile e profonda.

Quando invece si tratta di una persona anziana può essere un padre presente ma riservato che comprende i suoi figli ma li lascia scegliere liberamente. L’Eremita sa che la crisi è sempre una scelta, e non è mai sbagliata poiché appartiene all’esperienza.
Se l’Eremita parlasse direbbe che non esistono fallimenti ma solo esperienze.

 Carta di credito prepagata al costo di 0.79 cent/min IVA inclusa

 Con addebito in bolletta a 0,99 CHF/min IVA inclusa

Dall’Italia con addebito in bolletta a 0,98 cent/min IVA inclusa

Con addebito in bolletta a 2,00 €/min al minuto IVA inclusa